giovedì 28 febbraio 2013

Le mie farfalle tricolore!




Ecco qui un passo passo per realizzare delle graziose farfalle!



Ho appreso come creare questo formato di pasta, che a Bologna chiamano anche strichetti, alla prima lezione del corso di pasta fresca degli Spisni...
Iniziamo dall'impasto: bisogna calcolare 100 g. circa di farina per sfoglia per ogni uovo (meglio a pasta gialla). Qui vi riporto le foto dell'impasto dei tortellini, per cui vedrete solo un uovo nell'impasto, ma per realizzare le farfalle ho preparato una sfoglia gialla da due uova, una rossa con un uovo, 200 g. circa di farina e due cucchiai colmi di concentrato di pomodoro e una verde con due etti circa di farina, un uovo e un pugnetto di spinaci bolliti ben strizzati e tagliati al coltello dentro la fontana della farina (più o meno 50 grammi)!


Andiamo alla preparazione della sfoglia:



Disporre la farina a fontana sul tagliere, rompere dentro l'uovo e sbattere con una forchetta, iniziando ad inglobare pian piano la farina dalla parte più interna della fontana. Si consiglia di tenere da parte un pochino della farina prevista: poiché è impossibile stabilire con esattezza quanta ne assorbirà il nostro impasto, conviene aggiungerla man mano.




Finché sarà possibile, lavorare l'uovo e la farina con la forchetta, poi pulire bene il tagliere col raschietto per eliminare le "bricioline" che, una volta secche, potrebbero rovinare la nostra sfoglia, lavarsi le mani e procedere ad impastare per una quindicina di minuti, fino a quando non si otterrà una bella palla "lissia e morbida come il culetto di un bambino" (citazione testuale del Maestro Alessandro Spisni).
Per verificare che l'impasto sia pronto, tagliare la palla a metà con un coltello e controllare che all'interno siano presenti numerose bolle d'aria, come si vede in questa foto:



Far riposare la palla per una mezz'ora dentro un sacchetto per il freezer, poi riprenderla e tirare la sfoglia.

Dopo il riposino, tirare la sfoglia ruotandola costantemente per ottenere uno spessore omogeneo e tagliarla in quadratini (io ho usato il mattarello taglia sfoglia aperto alla dimensione da tortellino).



Dare ad ogni quadratino di pasta la forma di farfalla facendo una pieghina su un lato, una seconda dal lato opposto, ed infine unendo le due pieghe pizzicandole dall'alto avendo l'accortezza di lasciare una piccola "galleria" al centro in modo che in cottura l'acqua possa passare dentro le farfalle e cuocerle uniformemente!



Fatto ciò, lasciatele asciugare tutta la notte sul telaio, o congelatele  o pappatevele subito con un bel sughetto!



Io le ho preparate e fatte seccare sul telaio per 2 gg. Una volta ben asciutte le conservo in dispensa fino al momento di cuocerle.


Buone farfalle a tutti!

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...